La parabola cinese

Tratta dal film "A che servono questi quattrini?" di Esodo Pratelli

Pubblicato il 10/05/2017


In cina viveva un vecchio contadino, solo, con un figlio e un cavallo. Un brutto giorno se ne scappò il cavallo.
Allora tutti i contadini andarano dal vecchio per manifestare il loro dolore per la disgrazia che gli era capitata. "Come sapete che sia una disgrazia?" disse il vecchio, furbo lui.

Infatti pochi giorni dopo il cavallo torno al campicello con altri 7 cavalli selvaggi. Tutti i contadini andarono da lui per manifestare la loro gioia per la fortuna che gli era capitata.
"Come sapete che sia una fortuna?" disse il vecchio.

eduardo de filippo parabola cinese filosofia

Infatti pochi giorni dopo il figlio del contadino montando uno di questi cavalli selvaggi cadde di sella e si spezzo una gamba.Tutti i contadini andarono da lui per manifestare il loro dolore per la disgrazia che era toccata al figlio.
"Come sapete che sia una disgrazia?" disse il cinese.

Infatti il figlio del contadino fu trasportato all'ospedale. Contemporaneamente la sua camera da letto sprofondò e il figlio del contadino per essere stato trasportato all'ospedale non perì sotto le macerie.



Eduardo De Filippo con la sua filosofia ci voleva passare un gran messaggio. Non tutte le cose che accadono sono quel che sembrano. A volte un evento che noi valutiamo negativo, alla fine non è poi cosi negativo e viceversa. Non siate frettolosi nel trarre le vostre conclusioni, le migliori fortune che ci sono capitate magari non le abbiamo neanche considerate perchè nascoste in quella che ad un primo momento sembrava una sfortuna.

Lo spezzone del film che parla della parabola cinese

Ti è piaciuto? Allora condividilo